Sciopero dei calciatori? I don’t give a shit!

Alla notizia che la prima giornata di campionato sarebbe saltata per via dello sciopero dei calciatori ci sono state principalmente 3 reazioni:

  1. chi si e’ schierato al loro fianco
  2. chi li ha insultati perche’ guadagnano milioni di ero
  3. chi, come me, e’ andato a vedere in frigo cosa c’era per cena.

Sui tutti i media si e’ alzato il polverone, sui social media si e’ andati giu’ di insulti e malparole, insomma, la classica cosa all’italiana.
A me, sinceramente, non e’ che me ne freghi piu’ di tanto, ma mi fa’ piacere spendere due parole sull’argomento.

Prima di tutto mi preme chiarire che i calciatori non sono dipendenti statali ma sono dipendenti di aziende private e, in alcuni casi, di societa’ per azioni (se parliamo della maggior parte delle societa’ di Seria A). Questo significa che in nessuna maniera, correggetemi se sbaglio, questa gente campa con i soldi che una persona come me, non abbonata a SKY e non abbonata a nessun club.

La maggior parte dei club ricava i propri introiti, infatti, attraverso i diritti televisivi e gli sponsor. Ok, possiamo dire che indirettamente anche solo pagando il canone RAI li stiamo pagando un poco con i nostri soldi, ma in fondo, voglio dire, col canone paghiamo anche gente come Vespa, quindi non lamentiamoci troppo.

Detto questo vediamo quali sono i motivi per i quali i calciatori scioperano. Lo scontro tra i calciatori e la Lega e’ legato a diversi punti ma quello che si legge adesso sui giornali sembra essere solo 1: il contributo di solidarieta’ imposto dal governo nell’ultima finanziaria. I calciatori chiedono che siano i club a pagare in quanto loro sottoscrivono contratti che parlano di ingaggi al NETTO delle tasse, i club, invece, vogliono scaricare quest’onere sui calciatori. Questo e’ solo uno dei tanti motivi di questo sciopero tra i quali ci sono anche una rivisitazione delle modalita’ di trasferimento, di allenamento e altro. Validi o no i motivi dello sciopero, stiamo comunque parlando di una diatriba tra Paperoni, non tra gente che non arriva alla terza settimana del mese, eppure la gente si infervora come se gli stessero toccando la tredicesima o le pensioni, anzi, di piu’, considerando che Berlusca+Tremonti non hanno avuto nessun problema a toccare pensioni e tredicesima ultimamente…

Quello che mi chiedo e’, pero’, un’altra cosa: TU che ti lamenti tanto dello sciopero dei calciatori perche’ non cancelli il tuo abbonamento a SKY? Perche’ non restituisci il tuo abbonamento allo stadio e richiedi indietro i tuoi soldi? Perche’, se ti fanno cosi’ tanto schifo questi ricconi che si permettono di scioperare, continuerai dalla settimana prossima a partecipare ai loro guadagni con i tuoi soldi?

Ma si sa’, noi siamo malati, sanze il calcio non campiano e senza calciatori, ahime’, non c’e’ il calcio… Buon per me, allora, che di questo sciopero dei calciatori non me ne frega una emerita!