60 milioni di grafici

Viviamo in un mondo dove tutti si sentono in dovere di avere un’opinione su tutto, un mondo nel quale chiunque e’ il giudice di chiunque e cosi’, siamo passati dall’essere un popolo di 60 milioni di allenatori di calcio as un popolo di 60 milioni di TUTTO. Siamo un popolo di 60 milioni di medici e/o ricercatori quando si parla di cose come Stamina o dei vaccini, siamo un popolo di 60 milioni di psicologi se un pilota si va a schiantare contro una montagna alla guida di un volo di linea, siamo un popolo di 60 milioni di politici e giuristi esperti quando si tratta di modificare la costituzione, siamo un popolo di 60 milioni economisti quando si discute dell’uscita dall’Euro e, infine, siamo un popolo di 60 milioni di graphic designer quando si tratta di disegnare loghi.

L’ultimo che con prepotenza sta facendo la sua comparsa nel mio feed di Facebook e’ questo:

Lombardia-voce-del-verbo-lavorare

Fa schifo? Si. E’ fatto probabilmente con Paint? Si. Ma la domanda che mi sono fatto io, da subito, al contrario dei moltissimi e velocissimi spacciatori di post dei giorni nostri, e’ stato quello di chiedermi se e’ VERO.

A quando pare questo disegno (non so come altro chiamarlo) e’ comparso per la prima volta sulla pagina Facebook di Alessandro Sorte (Assessore Regionale Infrastrutture e Mobilita’ della Regiona Lombardia – Forza Italia) il 26 Marzo con la didascalia “Logo Assessorato Infrastrutture”. Tutti a prenderlo per il culo (ovviamente) e, ad oggi, del disegno e del post sulla sua pagina Facebook non c’e’ piu’ traccia, e’ stato semplicemente cancellato. Da li’ sono partiti tutti a sparare a zero, da gente che nella vita fa tutto furche’ grafica fino, addirittura, ad Oliviero Toscani.

Dopo i primi commenti l’assessore specifica che non e’ affatto il LOGO UFFICIALE, ma solo un disegno che ha usato in una presentazione:

Lombardia-voce-del-verbo-lavorare-1

“Allora, non e’ un logo ma una vignetta su una slide di una delle centinaia d’iniziative fate dall’assessorato. Ovviamente costata zero euro. L’equivoco e’ nato perche’ ho scritto nuovo logo, tutto qui :)”

Certo, se analiziamo quello che dice l’assessore di certo non cambia l’opinione che uno puo’ avere di lui:

  1. e’ di Forza Italia, inutile commentare
  2. il suo gusto estetico e’ pessimo, anche se in una presentazione quel disegno fa cacare
  3. la parola LOGO ha un significato ben preciso, se la usi almeno assicurati di conoscerne il significato
  4. “costata zero euro”? Il lavoro (anche se di merda) si paga.

Comunque sul sito ufficiale dell’assessorato non c’e’ traccia del logo (controllare per credere), non c’e’ traccia del “logo” se non sui social media e neanche sui canali ufficiali ma solo su pagine e profili che stanno sputtanando l’assessore e il suo “logo” ma, come ho detto prima, l’unica domanda che vale la pena porsi e’:

MA QUESTO E’ DAVVERO IL NUOVO LOGO DELL’ASSESSORATO?

E la risposta e’ semplice: NO

Quindi rilassatevi, il vostro prezioso gusto estetico non sara’ piu’ afflitto da questo orrore, certo, sono sicuro che questo non cambiera’ niente, vero o no, ufficiale o no, al giorno d’oggi non possiamo perderci l’accasione di essere, sempre e comunque, 60 milioni di troll pronti a condividere cose senza leggere neanche un commento a riguardo, pronti a sentenziare dall’alto delle nostre tastiere sull’intero scibile umano senza esserci fermati per neanche 3 secondi a pensare a quello che stiamo per dire.

Post che potrebbero interessarti: