Come settare i Subdomains in Google Analytics

Ultimamente mi sono trovato a dover impostare un account di Google Analytics per misurare il traffico non solo per un dominio (www.mysite.com) ma anche per i suoi diversi subdomains (about.mysite.com, contact.mysite.com etc. etc.).

Ovviamente ho cercato in rete se ci fosse una documentazione sul come farlo e ho trovato diversi articoli e guide, anche sul forum di supporto di Google, ma niente che fosse comprensibile… Eppure io con Analytics ci lavoro tutti i giorni… Comunque, proprio per questo ho deciso di scrivere una piccola guida per collegare nel proprio account di analytics diversi subdomain e avere tutti i dati in un solo account.

Giusto per la chiarezza, quello che voglio fare e’ misurare con un solo Analytics account il traffico dei seguenti subdomains:

  • www.gigipicazio.com
  • test.gigipicazio.com
  • blog.gigipicazio.com

Step 1 – Creare il Google Analytics tracking code

Questo e’ il passaggio piu’ semplice. Entrate nel vostro account e accedete al menu’ “Admin” del dominio di cui volete tracciare anche i sotto-domini. Clickate sul tab “Tracking Code”

Una volta sul Tab “Tracking Code” avrete la possibilita’ di selezionare che tipo di codice volete usare. Avrete 3 opzioni:

  1. A single Domain
  2. One domain with multiple subdomains
  3. Multiple top-level domains

L’opzione che serve a noi e’, ovviamente, la seconda: One domain with multiple subdomains

Questo e’ il codice che dovremo usare per misurare le visite per tutti i sottodomini.

Step 2 – Rendere visibile il dominio completo in Google Analytics

Una volta creato il codice per monitorare le visite dobbiamo fare in maniera che Google Analytics ci mostri nei suoi riport le URL complete. Dato che intendiamo misurare le visite che arrivano da diversi sotto-domini questo passaggio e’ necessario per distinguere le pagine che, eventualmente, avranno la stessa URL se non includiamo anche il dominio. Normalmente Google Analytics mostra solo la parte finale della URL. La pagina “http://www.gigipicazio.com/contatti.php“, ad esempio, viene mostrata in Google Analytics solo come “/contatti.php” quindi se abbiamo una pagina “contatti.php” nel sub-domain “http://blog.gigipicazio.com/” non saro’ in grado di distinguere il traffico dell’una e dell’altra pagina. Stessa cosa per la homepage. In Google Analytics viene identificata solo con il simbolo “/” dove, se non applico un filtro, verranno conteggiate le visite per tutte le homepage.

Sempre dal pannello “Admin” di GA dal tab “Profile” selezioniamo il tab “Filters“, diamo un nome al filtro, selezioniamo il tipo di filtro,¬†Custom filter, e Advanced come vedete nell’immagine qui sotto:

Cosa fa questo filtro? Mostra nei vari report di GA la completa URL (Hostname+Request URI), ovvero mostrera’ http://www.gigipicazio.com/contatti.php invece di /contatti.php come potete vedere nell’immagine di seguito.

Una volta che avete ultimato questi 2 steps il gioco e’ fatto. Una volta che Analytics incomincera’ a collezionare i dati relativi alle visite riuscirete a vedere il traffico che riceve ogni singolo subdomain. Per vedere i dettagli di queste visite dovete accedere al menu’ Content > Site Content > Landing Page come potete vedere nell√≠mmagine di seguito.

Se volete potete anche creare dei profili dedicati nel vostro Google Analytics account e usare i filtri per mostrarvi solo uno dei subdomain che desiderate monitorare.